Tipologia di prestiti senza busta paga

Quando si parla di prestiti senza busta paga, si sta parlando di un prestito che non richiede la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato. In sostanza, si tratta dell’erogazione di denaro da parte di una banca o finanziaria anche senza che il richiedente abbia una busta paga. I soggetti che fanno più spesso ricorso a questo tipo di finanziamento sono disoccupati, casalinghe, studenti, lavoratori autonomi e via dicendo: in sostanza, a tutti coloro che non possano contare su una somma fissa mensile di denaro come retribuzione.

Ovviamente però i prestiti senza busta paga non sono dei prestiti concessi “alla cieca” dalla banca, la quale richiede pur sempre delle altre garanzie prima di erogare una somma di denaro, anche piccola.

Le garanzie ulteriori possono essere un pegno, ad esempio un oggetto prezioso; il prestito tramite cambiale, che però permette alla banca di procedere direttamente all’esecuzione forzata in caso di salto di una singola rata; l’ipoteca sulla casa o la presenza di un garante, o ancora di una fonte costante ed alternativa di denaro (ad esempio i canoni di affitto della casa data in locazione).

Quindi evidentemente non si tratta di un prestito senza garanzie, ma di un prestito che richiede altre garanzie rispetto alla classica busta paga.

Ma quante tipologie di prestiti senza busta paga esistono?

I tipi di prestiti senza busta paga

Ci sono anche altre tipologie, oltre a quelle classiche appena viste, di prestiti senza busta paga. Ecco i più importanti:

  • Il prestito d’onore. Forse la tipologia più famosa di prestito in assenza di garanzia, in quanto non richiede busta paga o altri redditi e prevede una forma agevolata. Si tratta di un finanziamento, per fare un esempio, erogato agli studenti per pagarsi l’università: in genere il rimborso avviene solo un anno dopo la laurea, quando si ritiene che lo studente abbia ormai trovato lavoro.
  • Prestito garantito dagli Enti. Un altro tipo di prestito senza busta paga, anch’esso di tipo agevolato, consiste nel prestito garantito dagli Enti (Regione, Stato, o UE). Si tratta di un finanziamento che spesso viene erogato agli imprenditori o futuri imprenditori, per permettere loro di aprire un’attività con certe caratteristiche o in una certa zona magari svantaggiata.
    I prestiti in questione vengono erogati senza alcuna garanzia e senza bisogno di un fideiussore in quanto a garantire è direttamente l’ente, come la Regione quando riceve i fondi europei.

Commenti chiusi